“abilmenete”, Un’altra edizione bella e vincente

 

Rieccoci. Abbiamo fatto visita all'interessantissima (come sempre) Fiera della creatività organizzata in collaborazione tra la fiera di Vicenza Spa e quella di Rimini Spa (in programma dal 3 al 6 novembre). Questa edizione è stata impreziosita dalla presenza di tantissimi espositori internazionali provenienti da Francia, Spagna, Ecuador e Olanda. Idee originali, corsi da seguire e dimostrazioni a cui non puoi fare a meno di rimanere incantata e ne esci di sicuro con qualcosa di acquistato.

Quest'anno c'è anche lo stand con Eleonora Giuffrida, la Miss Cake per eccellenza, che i più affezionati avranno certamente seguito nel il programma “Le Torte di Renato” sull'emittente televisivo Real Time.

I visitatori - sia adulti che bambini - hanno la possibilità di iscriversi ai corsi di decorazione per realizzare cupcake, biscotti e torte, che poi potranno riportare a casa. Immancabili gli atelier Bijoux e accessori con le più svariate tecniche: macramè, peyote, tessitura di perline, chiacchierino, soutache, ossia una tecnica realizzata con nastri di tessuto cuciti insieme, e poi realizzazioni con swarovski, pietre dure e preziosi.

Due ore di corso si possono seguire con Roberta Castiglione che insegna a lavorare la lana come si faceva tanti anni fa, nell'area “LanaLab”: si possono seguire i suoi tutorial on-line, che vantano oltre 5mila iscrizioni.

Anche in questa edizione, sulle pareti della Fiera, un bel colpo d'occhio con gli stupendi patchwork coloratissimi, sul tema “La Stella di Betlemme”. Un crogiolo di creatività!

Oltre ventimila i visitatori in questa edizione, in cui si è notata una maggiore presenza del sesso maschile rispetto alla precedente, qualche uomo in più forse appassionato della tecnica Crochet e Tricot, che diventa poi una sorta di rilassamento e meditazione. Bellissima la realizzazione delle Mille bolle blu, ossia mille palline ricoperte di lana lavorata a maglia di tanti colori e dimensioni, adagiate in acqua proprio come bolle che danzano.

Una novità in fiera è “CreativeMamy”, le esuberanti mamme creative con tanta voglia di fare, appassionate del riciclo che ne inventeranno una più del diavolo, coi più disparati materiali di scarto: un'opera imponente è appunto l'albero di Natale l'“Eco Pink Tree” realizzato con scarti industriali di tessuto non tessuto, con sfumature bianche e rosse.

Per chi poi è stanco di girare, una bella pausa relax sui formidabili pouff colorati è davvero quello che ci vuole.

L'apprendimento è un bellissimo svago, un modo sano di passare una bella giornata spensierata e divertente. Se poi è quello che più amiamo, è ancora meglio! Buon divertimento!


Elisabetta Zazzera