cosa bolle in poltrona...

 


TREND - nuove frontiere della scena britannica – XV edizione

rassegna a cura di Rodolfo di Giammarco

20 ottobre – 18 dicembre 2016


Teatro Belli – Piazza di Sant'Apollonia 11 – 065894875


Spettacoli ore 21 – ingresso posto unico 10 €


dal 30 novembre al 4 dicembre


LOVESONG

di Abi Morgan

traduzione Carlo Emilio Lerici

con Antonio Salines, Francesca Bianco,

Alice Arcuri e Michele Maganza

disegno sonoro Giuseppe D'Amato

regia video Enzo Aronica

regia Carlo Emilio Lerici

produzione Teatro Belli / La Comune Bolzano



Una storia d'amore lunga una vita.

Lui è rimasto solo dopo aver aiutato la moglie malata a morire.

L'unica cosa che può fare adesso è ricordare.

Da qui in poi passato e presente convivono.

Sulle pareti della cucina e della camera da letto di casa si inseguono i fantasmi di loro stessi giovani: entra in scena una ragazza. E' sua moglie da giovane. La segue un ragazzo, è lui giovane. Poi la ragazza esce e quando rientra è sua moglie, ormai anziana e malata.

Ogni coppia di attori interagisce quasi sempre solo l'uno con l'altro, ma tutti e quattro sono spesso in scena nello stesso momento e la fine di una scena si sovrappone con la scena successiva. E in ogni scena appaiono degli elementi che ritorneranno in scene di epoche successive o precedenti.

E' la storia di una coppia che attraversa 40 anni, e nel racconto scopriamo le difficoltà, gli scontri, l'alcolismo, le tentazioni di infedeltà da entrambe le parti, e l'incapacità di avere figli che colpisce profondamente entrambi anche se in modo diverso. Sino al dramma finale: le frequenti visite mediche della moglie, l'ossessione per la descrizione del contenuto della casa, i post-it che sta mettendo un po' ovunque.

E i farmaci. Che ci riportano alla scena iniziale.


Con l'occasione segnaliamo che Antonio Salines è il vincitore della III edizione del 'Franco Cuomo International Award' per la Sezione Teatro e che sarà premiato il 1 dicembre a Roma, in una cerimonia presso Palazzo Giustiniani, prestigiosa sede del Senato.

Lovesong

L'Associazione Culturale Enrico Berlinguer per il Teatro Civile.

'Una macchia nel cuore' e 'Pasolini: la verità'.



L'Associazione Culturale Enrico Berlinguer di Roma è lieta d' annunciare il suo impegno a sostegno del Teatro Civile. A fine gennaio infatti presenterà e promuoverà due spettacoli ad ingresso libero: 'Una macchia nel cuore' e 'Pasolini: la verità'.

Il primo, la lettura scenica tratta dal libro di Marco Moriconi "Una macchia nel cuore", si terrà il 27 gennaio ( ore 17.00) presso la propria sede di Viale Opita Oppio 24  nel quartiere Quadraro di Roma. Si tratta di un progetto rivolto alla cittadinanza ma in particolare al mondo scolastico con cui l'Autore ed interprete, Marco Moriconi, intende ricordare ed affrontare alcuni avvenimenti che hanno segnato la storia contemporanea e la coscienza civile del nostro Paese. Il tema ricorrente è il viaggio, metafora della vita e della storia, che dà spunto ad una serie di brevi racconti di viaggiatori inventati, legati alla Seconda Guerra Mondiale, al Disastro del Vajont, agli Anni di Piombo e alla figura dell'anarchico Pinelli. Il libro di Moriconi nel 2012 è stato messo in scena anche dal Regista di '20 sigarette', Aureliano Amadei, nella verisone "I Musi Neri" con l'interpretazione dell'Attore Giorgio Colangeli. Il 27 gennaio alla performance di Marco Moriconi seguirà un dibattito libero ed aperto al pubblico.


Il secondo spettacolo, 'Pasolini: la verità' di Claudio Pietrantoni, promosso da Cittadinanzattiva, la Quarta Parete con il contributo dell'Ass. Cult. Enrico Berlinguer, si terrà il 31 gennaio ( ore 20.45) al Teatro Vittoria di Roma. L’evento s'inserisce nel percorso avviato da Cittadinanzattiva sul tema della legalità che, oltre a sostenere le attività legali su alcuni casi che necessitano di maggiore chiarezza, pone l'accento sull’importanza dell’arte e del teatro come strumenti d'inclusione, riabilitazione e prevenzione. Lo spettacolo si compone di momenti teatrali e audiovisivi che evidenziano un forte senso di colpa nei confronti di Pier Paolo Pasolini, uomo armato soltanto di una penna, a cui tutti siamo ampiamente debitori. Lo dimostra il vuoto sociale, politico, civile, antropologico, artistico e culturale lasciato dalla sua scomparsa. Ecco perchè, dopo la proiezione del film 'La Macchinazione' e l'intervento del suo Autore e Regista David Grieco, l'Ass. Culturale Enrico Berlinguer intende continuare a sostenere sia iniziative volte a mantenere viva l'opera di Pier Paolo Pasolini, sia quelle volte a far luce sugli innumerevoli punti oscuri legati alla sua morte.


Per ulteriori info, Sezione Arte e Cultura dell'Ass. Enrico Berlinguer: cultura.ass.enricoberlinguer@gmail.com



      Associazione Culturale "Enrico Berlinguer"-

Viale Opita Oppio 24, 00174 Roma     

Tel. 3313459668

Una macchia nel cuore - Pasolini: la verità

dal 2 al 7 maggio 2017

AUTORI IN COMPAGNIA

progetto di residenza teatrale per autori iscritti al Fondo PSMSAD

presenta


Stefania Barca in ANNA FREUD: un desiderio insaziabile di vacanze

di Roberta Calandra

con la gentile partecipazione di Gianni Oliveri

Scene e costumi Annalisa Di Piero

Regista collaboratore Paolo Orlandelli

regia Edoardo Siravo


“…Che io sia così, senza desideri, è una vecchia lamentela… Credo che ciò derivi dal fatto che, in me, tutti i miei desideri si sono sempre incontrati con il loro esaudimento e che ho veramente tante più ricchezze degli altri… la causa di ciò è la mia immodestia, che in un primo momento rende i desideri così elevati che la realtà non può mai arrivare a soddisfarli” (Anna Freud)

Il monologo “Anna Freud: un desiderio insaziabile di vacanze” si inserisce con la sua fortunata vittoria presso il prestigioso ‘Premio Tragos’ di Milano, in un anno in cui la revisione della biografia, più che dell’opera freudiana sembra rivestire una fortuna e una molteplicità insolita. Dalla distruzione sistematica di Onfray, al geniale esordio macedone ‘La sorella di Freud’ di Goce Smilevski ad infiniti altri testi minori, la revisione su questo indiscusso colosso del Novecento sembra infatti più vivace e interessante che mai…Per non parlare dell’attuale dibattito odierno sui diritti civili, che la vita di Anna sembra nella sostanza precorrere. Il mio testo narra di Anna, del suo rapporto con il padre, con la famiglia in genere, con la psicoanalisi sua grande passione, con l’amica del cuore Dorothy Burlingham. Il tema che maggiormente mi ha sedotta, all’idea di affrontare un intreccio di tale statura e complessità è quello dei paradossi che si intrecciano dentro una famiglia, il cui capostipite è considerato quasi il padre fondatore di ogni presupposta “normalità”.


ORARIO SPETTACOLI: dal martedì al sabato alle ore 21,00, domenica ore 17.30

PREZZI : Interi € 18,00 - Ridotti € 13,00

info e prenotazioni: 06 5894875 - info@teatrobelli.it - http://www.teatrobelli.it

Anna Freud: un desiderio insaziabile di vacanze

Guardie e ladri release show alle 21 al Teatro Zelig di Milano: a distanza di trentacinque anni dalla sua pubblicazione, esce la ristampa dell'album “Guardie e ladri”, opera rock ideata e realizzata da Giangilberto Monti, e stasera lo ripropone in uno spettacolo con Ivan Cattaneo, Alberto Camerini e Pietruccio Montalbetti.